This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

 

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

INGRESSO IN ITALIA

 

Le ordinanze del 14 maggio 2021 del Ministro della Salute (Ordinanza del 14.5.2021 - Nuove disposizioni) (Ordinanza del 14.5.2021 – Ulteriori misure), entrate in vigore il 16 maggio 2021, hanno soppresso la quarantena di 5 giorni in ingresso in territorio italiano dai Paesi dell’elenco C (area Schengen, Regno Unito e Israele – compresa la Slovenia). E’ però obbligatorio sottoporsi al test del tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo.

Si è portato a 72 ore il periodo in cui si deve fare il tampone prima della partenza in caso di viaggio da Paese extraeuropeo.

Per ulteriori informazioni si consiglia di visionare:

-sito del Governo Italiano

-sito Viaggiare Sicuri del Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (vedere in particolare l'Elenco C e le Deroghe)

A partire dal 24 maggio 2021, chiunque faccia ingresso in Italia per una qualsiasi durata di tempo da Stati o territori esteri di cui agli elenchi B, C, D ed E dell'allegato 20 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021, a bordo di qualunque mezzo di trasporto, prima del proprio ingresso nel territorio nazionale, è tenuto a compilare il Passenger Locator Form in formato digitale  secondo le modalità indicate nella Circolare del Ministero della Salute della Salute e del Documento esplicativo, collegandosi al sito https://app.euplf.eu/#/

L'ordinanza del 2 giugno 2021 del Ministro della Salute ha esentato dalla presentazione del referto negativo di tampone entro 48 ore coloro che fanno ingresso nel territorio italiano da località estere situate a una distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione per un periodo non superiore a 24 ore. Resta l'obbligo di compilare il Passenger Locator Form (v. sopra).

INGRESSO IN SLOVENIA DALL'ITALIA

A causa dell'attuale situazione epidemiologica, i viaggi non essenziali di tutti i cittadini dell'UE e Schengen in Slovenia non sono raccomandati, anche se possono essere giustificati.

Dal 16 novembre tutte le regioni italiane sono inserite nella lista rossa della Slovenia.
Fatte salve le eccezioni elencate nelle FAQ - domanda 4 (collegamento sotto), chi proviene da una regione in Lista Rossa deve fare una quarantena di 10 giorni all'ingresso in Slovenia.

La quarantena non sarà disposta se lapersona all'attraversamento del confine presenta:

1. un attestato del risultatonegativo del test PCR per la presenza del virus SARS-CoV-2, che non è più vecchio di 48 ore dal tampone effettuato ed è stato effettuato in un paese membro dell’Unione europea o dell’area Schengen, nel Regno Unito e Irlanda del Nord, Stati Uniti d’America, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Israele o Russia, nei posti di blocco di categoria A, sui collegamenti aerei delle rotte internazionali, anche se è rilasciato in Serbia o in Turchia;

2. un certificato del risultato positivo del test molecolare (PCR) che è più vecchio di 10 giorni, a meno che il medico non giudichi  diversamente, tuttavia non anteriore a sei mesi, o un certificato medico da cui risulta che è guarita dal COVID-19 e dall’inizio dei sintomi non sono trascorsi più di sei mesi o

3. un attestato di vaccinazione contro il COVID-19 con cui dimostra che sono trascorsi:

- almeno sette giorni dalla seconda dose del vaccino Comirnaty del produttore Biontech/Pfizer,

- almeno 14 giorni dalla seconda dose del vaccino COVID-19 del produttore Moderna,

- almeno 21 giorni dalla prima dose del vaccino Vaxzevria (COVID-19 Vaccine) del produttore AstraZeneca,

- almeno 14 giorni dalla prima dose del vaccino COVID-19 Vaccine Janssen del produttore Johnson in Johnson/Janssen-Cilag,

- almeno 21 giorni dalla prima dose del vaccino Covishield del produttore Serum Institute of India/AstraZeneca,

- almeno 14 giorni dalla seconda dose del vaccino Sputnik V del produttore russo, il Centro nazionale di ricerca epidemiologica e  microbiologica Gamaleja,

- almeno 14 giorni dalla seconda dose del vaccino CoronaVac del produttore Sinovac Biotech o

- almeno 14 giorni dalla seconda dose del vaccino COVID-19 del produttore Sinopharm.

Decreto del Governo sloveno del 14/04/2021 in vigore dal 15/14/2021 al 25/04/2021

Tra le eccezioni è previsto anche il transito entro 12 ore, a condizione di poter accedere senza problemi al successivo Paese di transito o destinazione.

Dal 10/03/2021, per le categorie che all’ingresso in Slovenia hanno l’obbligo di presentare referto negativo al test SARS-CoV-2 (COVID-19) PCR o rapido eseguito entro i sette giorni precedenti (FAQ 4 par. B), il Governo sloveno offre test antigenici gratuiti, ma solo con la tessera sanitaria slovena, nelle seguenti località (vicine ad alcuni valichi di frontiera con l’Italia) Škofije, Nova Gorica, Sežana, Kobarid, Rateče. I test saranno effettuati dal lunedì al venerdì dalle 7:00 alle 19:00 (gli orari possono essere comunque modificati). Coloro che si sottopongono al test nelle località indicate sopra dovranno compilare una dichiarazione in sloveno e italiano. Dal 15/04/2021 l’obbligo di presentare referto negativo al test SARS-CoV-2 (COVID-19) eseguito entro i sette giorni precedenti non riguarda non riguarda più gli studenti giornalieri transfrontalieri e i loro accompagnatori. Dal 26/03/2021 i proprietari o affittuari di terreni agricoli da una parte e dall’altra del confine di stato e dal 15/04/2021 anche i loro familiari e i residenti allo stesso indirizzo, sono esenti dall’obbligo di presentare il referto negativo di un test anti-Covid.

A partire dal 28 aprile 2021 è stata disposta la rimozione dei posti di controllo ai valichi di confine stradali con l'Italia e l'Austria. Restano invece confermate le attuali limitazioni per quanto concerne l'Ungheria.

 
Dal 12/04/2021 in Slovenia non è piu' in vigore il divieto di movimento delle persone dalle 22:00 alle 05:00

La Polizia slovena ha predisposto l'applicazione Enter Slovenia per consentire un viaggio più semplice e trasparente all'estero e in Slovenia. È destinata a coloro che viaggiano nel Paese, vi entrano per transitare attraverso il suo territorio o decidono di lasciare il Paese sulla base di un'eccezione. L'utilizzo dell'applicazione Enter Slovenia non è obbligatorio, è solo un dispositivo che rende più facile per i viaggiatori comprendere le eccezioni stabilite dal Governo della Repubblica di Slovenia in ogni decreto.

Maggiori informazioni sono pubblicate su: https://www.policija.si/eng/newsroom/news-archive/107775-enter-slovenia-new-application-launched 

Enter Slovenia https://www.policija.si/enterslovenia/en 

Per ulteriori informazioni:

- FAQ (link)

- Sito del Governo Sloveno con informazioni in italiano: https://www.gov.si/it/argomenti/sars-cov-2/

L’Ambasciata d’Italia è reperibile in orario di ufficio ai numeri +386 1 4262194; +386 1 4262320 e +386 1 4258659;

Al di fuori dell’orario di ufficio resta attivo il cellulare per le emergenze: +386 41 736 773. In alternativa è possibile inviare una mail a consolare.lubiana@esteri.it .


AVVISO - OPERATIVITA' DEGLI UFFICI


715