This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

 

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

INGRESSO IN ITALIA

L'Ordinanza del Ministro della Salute del 18.06.2021, in vigore dal 21.06.2021, ha stabilito che coloro che fanno ingresso in Italia per qualsiasi durata dai Paesi dell'Elenco C (tra i quali la Slovenia) è obbligatorio

1) presentare la certificazione verde COVID-19 rilasciata ai sensi del decreto-legge 22 aprile 2021, n.52, e dei Regolamenti UE 2021/953 e 2021/954 (Regolamenti in materia di EU Digital Covid Certificate) da cui risulti:
◦ che si è completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni;
◦ che si è guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo);
◦ che ci si sia sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza;

2) compilare il Passenger Locator Form – Modulo di localizzazione digitale - prima dell’ingresso in Italia. Il modulo sostituisce l’autodichiarazione resa al vettore. I movimenti in fascia transfrontaliera sono esentati dalla compilazione.

La certificazione relativa al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali: Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria, Jansen (Johnson & Johnson) e a quelli indicati nella Circolare del Ministero della Salute del 23/09/2021 con la quale è stata riconosciuta l'equivalenza di alcuni vaccini somministrati dalle autorità sanitarie nazionali estere a quelli effettuati in Italia nell'ambito del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2.

Circolare del Ministero della Salute del 23/09/2021
ALLEGATO 1

Le certificazioni devono essere presentate in una delle seguenti lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo o tedesco. Se sono emesse in lingua diversa dovranno essere accompagnate da traduzione giurata.

Per maggiori informazioni consulta le FAQ dedicate ai Vaccini anti Covid-19.

Per certificato verde COVID-19 si intendono:

- i certificati verdi italiani di vaccinazione (da almeno 14 giorni), guarigione o test negativo (non più di 48 ore);
- i certificati verdi di Paesi UE equivalenti a quelli italiani;
- i certificati stranieri (non UE) che attestano vaccinazione (con vaccini validati dall'EMA), guarigione o test.

Minorenni:

- tra i 6 anni compiuti e i 18 anni non compiuti, se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde non devono fare la quarantena ma devono fare il tampone, se previsto per l'entrata in Italia;
- i minori di 6 anni non devono fare il tampone e se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde non devono fare la quarantena.

Per ulteriori informazioni e per gli ingressi da altri Paesi o soggiorni/transiti in altri Paesi nei 14 giorni precedenti si consiglia di visionare:

-sito del Governo Italiano

-sito Viaggiare Sicuri del Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (vedere in particolare l'Elenco C e le Deroghe)

Passenger Locator Form in formato digitale  secondo le modalità indicate nella Circolare del Ministero della Salute della Salute e del Documento esplicativo, collegandosi al sito https://app.euplf.eu/#/

L'ordinanza del 2 giugno 2021 del Ministro della Salute ha esentato dalla presentazione del referto negativo di tampone entro 48 ore coloro che fanno ingresso nel territorio italiano da località estere situate a una distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione per un periodo non superiore a 24 ore. Non è richiesta la compilazione del Passenger Locator Form (v. sopra).

 

INGRESSO IN SLOVENIA DALL'ITALIA

Il 9 luglio 2021 è stato pubblicato il Decreto del Governo sloveno , successivamente integrato il 14.7.2021, il 22.7.2021 e il 13 agosto 2021, il 27 agosto 2021 e il 2 settembre, riguardo alle regole per l’ingresso nel Paese. Il decreto, in vigore da giovedì 15 luglio, impone, per l’ingresso nel Paese senza obbligo di quarantena, i seguenti requisiti: possesso di un test negativo fatto da non piu’ di 48 (per i test HAG) o 72 ore (test PCR), in alternativa un certificato medico che attesti la guarigione dal COVID da non più di sei mesi, oppure un certificato vaccinale ad esempio “Green Pass” europeo in formato cartaceo o digitale (dettagli sul certificato di vaccinazione nella FAQ n. 4-link in basso).

Le eccezioni finora previste per l’esenzione dell’obbligo della quarantena si riducono e riguardano le persone che lavorano nel settore del trasporto internazionale; le persone in transito che attraversano la Repubblica di Slovenia e lasciano il suo territorio in quanto prima ovvero non oltre 12 ore dall’ingresso (a condizione di poter accedere senza problemi al successivo Paese di transito o destinazione - fino al 12 settembre 2021 compreso, in quanto dopo tale data si dovrà dimostrare la guarigione, la vaccinazione oppure esibire un test negativo); i minori di 15 anni accompagnati da persone in possesso di uno dei documenti di cui al precedente paragrafo; i possessori di terreni agricoli oltreconfine; i lavoratori transfrontalieri che hanno un rapporto di lavoro in uno degli Stati UE e dell’area Schengen con residenza in linea d’aria non superiore ai 10 chilometri dalla linea di frontiera fra Slovenia e il Paese vicino, che rientrano entro cinque giorni dal passaggio del confine; l’accompagnatore di minore che non abbia compiuto 15 anni che si reca a scuola e attraversa il confine entro due ore dal primo passaggio; le persone che hanno una visita medica urgente e lasciano la Slovenia immediatamente dopo la sua conclusione. Il decreto specifica che verranno mantenuti i posti di controllo negli aeroporti, nei porti e negli scali ferroviari già peraltro in funzione ai fini di controllo dei requisiti richiesti per l’ingresso.

Sulle eccezioni alla quarantena vedasi anche le FAQ (n. 4) pubblicate su questo sito e il sito del Governo sloveno https://www.gov.si/it/argomenti/sars-cov-2/attraversamento-dei-confini/ 

Gli attestati di vaccinazione possono essere: una scheda predisposta e compilata del produttore del vaccino oppure l’iscrizione nel libretto delle vaccinazioni oppure un certificato di avvenuta vaccinazione (anche cartoncino che la persona riceve alla vaccinazione).

Oltre agli attestati in lingua slovena sono validi gli attestati nelle lingue delle minoranze nazionali (Italia, Ungheria) nelle aree bilingue e nei Paesi che sono riconosciuti da convenzioni o accordi reciproci (Ungheria, Serbia). E’ consigliato munirsi di traduzione in inglese o in tedesco.

Dal 15 settembre la presentazione della certificazione GVT (Guarigione, Vaccinazione o Test negativo) descritta sopra è obbligatoria per tutti i lavoratori e per i fruitori di servizi o attività, tranne nei casi di approvvigionamento di prodotti e beni di prima necessità, per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico, la tutela e la difesa, per prestare pronto soccorso, nonché per protezione e salvataggio. Sono esenti anche le persone che lavorano nel settore del trasporto internazionale per il rifornimento di carburante presso le stazioni di servizio.

Per prodotti e beni di prima necessità si intende:
• generi alimentari e bevande in vendita in negozi o al di fuori dei punti vendita, ma NON in negozi che si trovano all’interno di un centro commerciale;
• prodotti farmaceutici, medicinali, cosmetici e per l’igiene in vendita in negozi specializzati, ma NON in negozi all’interno di un centro commerciale.

Le persone non munite di certificazione GVT non possono utilizzare il servizio o partecipare o essere presenti all’attività.

Dal 15 settembre sono esenti dalla presentazione della certificazione GVT :
1. i minori di 12 anni,
2. le persone che portano o accompagnano un bambino all’asilo o un alunno alle prime tre classi della scuola elementare, alla scuola di musica fino alla 2a classe inclusa, in una scuola elementare con un programma adattato o in un Istituto per l’educazione e la formazione di bambini e adolescenti con bisogni speciali,
3. le persone che accompagnano presso un prestatore di assistenza sanitaria un minore che non ha compiuto 15 anni o un adulto che non è in grado di prendersi cura di se stesso e
4. gli alunni e gli studenti che utilizzano il trasporto pubblico.

A partire dal 28 aprile 2021 è stata disposta la rimozione dei posti di controllo ai valichi di confine stradali con l'Italia e l'Austria e dal 22 maggio di quelli con l'Ungheria.

Dal 12/04/2021 in Slovenia non è piu' in vigore il divieto di movimento delle persone dalle 22:00 alle 05:00

Il 16 agosto 2021 la Slovenia ha introdotto il modulo di localizzazione digitale, Passenger Locator Form (v. LINK), per i passeggeri nel traffico aereo e navale (navi da crociera). I viaggiatori che entreranno nel Paese con l’aereo o con la nave saranno invitati a compilare tale modulo in solo formato elettronico. Il provvedimento non vale per i passeggeri in transito aereo.

La Polizia slovena ha predisposto l'applicazione Enter Slovenia per consentire un viaggio più semplice e trasparente all'estero e in Slovenia. È destinata a coloro che viaggiano nel Paese, vi entrano per transitare attraverso il suo territorio o decidono di lasciare il Paese sulla base di un'eccezione. L'utilizzo dell'applicazione Enter Slovenia non è obbligatorio, è solo un dispositivo che rende più facile per i viaggiatori comprendere le eccezioni stabilite dal Governo della Repubblica di Slovenia in ogni decreto.

Maggiori informazioni sono pubblicate su: https://www.policija.si/eng/newsroom/news-archive/107775-enter-slovenia-new-application-launched 

Enter Slovenia https://www.policija.si/enterslovenia/en 

Per ulteriori informazioni:

- FAQ (LINK)

- Sito del Governo Sloveno con informazioni in italiano: https://www.gov.si/it/argomenti/sars-cov-2/

L’Ambasciata d’Italia è reperibile in orario di ufficio ai numeri +386 1 4262194; +386 1 4262320 e +386 1 4258659;

Al di fuori dell’orario di ufficio resta attivo il cellulare per le emergenze: +386 41 736 773. In alternativa è possibile inviare una mail a consolare.lubiana@esteri.it .


AVVISO - OPERATIVITA' DEGLI UFFICI


715