Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

21/01/2016 – VISITA DELL'AMBASCIATORE TRICHILO A CAPODISTRIA

Data:

21/01/2016


21/01/2016 – VISITA DELL'AMBASCIATORE TRICHILO A CAPODISTRIA

L’Ambasciatore d'Italia in Slovenia, Paolo Trichilo, si è recato in visita a Capodistria, a soli due giorni dalla presentazione delle lettere credenziali al Presidente della Repubblica slovena.

Il fitto ciclo di incontri si è aperto alle ore 11:00 del 21 gennaio 2016, nella sala del Consiglio Comunale al Palazzo Pretorio, con la cerimonia di saluto, organizzata dal Consolato Generale d’Italia a Capodistria, in collaborazione con il Comune città di Capodistria. Accompagnato dal Console Generale Iva Palmieri, S.E. l’Ambasciatore Trichilo è stato accolto ufficialmente dal Vicesindaco del Comune città di Capodistria, Alberto Scheriani, in rappresentanza delle autorità cittadine. All’evento hanno preso parte tutti i vicesindaci dei comuni bilingui del litorale, i Presidenti delle Comunità Autogestite della Nazionalità Italiana e delle Comunità degli Italiani, i vertici dell’Università Popolare di Trieste e dell’Unione Italiana, i presidi delle scuole con insegnamento in lingua italiana della regione litoranea, nonchè svariati altri rappresentanti della società civile e dei media.

La giornata è proseguita con la visita alla scuola elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” ed al Ginnasio “Gian Rinaldo Carli”. Nel pomeriggio si è tenuto a Palazzo Manzioli ad Isola d’Istria l’incontro con i rappresentanti della CAN e delle locali Comunità degli italiani, con la partecipazione del sindaco di Isola, dr. Igor Kolenc, e dei vicesindaci Ziza e Peric.

Nella mattinata del 22 gennaio l’Ambasciatore ha avuto modo di visitare il Museo Regionale di Capodistria, per poi presenziare – presso la Banka Koper – alla cerimonia di inaugurazione del sistema di pagamento UnionPay International in Slovenia, insieme all’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese, Ye Hao.




357