Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Elezioni politiche 2018. Elettori temporaneamente all'estero. Modalità per l'esercizio dell'opzione di voto all'estero.

Data:

27/01/2018


Elezioni politiche 2018. Elettori temporaneamente all'estero. Modalità per l'esercizio dell'opzione di voto all'estero.

Si ricorda che l'art. 4-bis, c. 1, della Legge 459/2001 stabilisce che "Possono votare per corrispondenza nella circoscrizione Estero, previa opzione valida per un'unica consultazione elettorale, i cittadini italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano, per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricada la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale, in un Paese estero in cui non sono anagraficamente residenti ai sensi della legge 27 ottobre 1988, n. 470. Con le stesse modalità possono votare i familiari conviventi con i cittadini di cui al primo periodo.".

Per le prossime consultazioni politiche (marzo 2018), il termine prescritto per far pervenire la richiesta di esercizio dell'opzione di voto all'estero (che deve essere presentata, direttamente a cura degli interessati, al Comune italiano di iscrizione nelle liste elettorali), è il 31 gennaio 2018.

A tal fine, è possibile utilizzare l'apposito modello elaborato dal Ministero dell'Interno. Per maggiori informazioni, si prega di consultare il comunicato stampa.

Link:
Come si vota
Scheda elezioni politiche 2018


545