Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Nuovo Decreto-Legge sulla riapertura delle attività produttive e movimenti all'interno delle Regioni

Data:

17/05/2020


Nuovo Decreto-Legge sulla riapertura delle attività produttive e movimenti all'interno delle Regioni

E' stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge per la "riapertura": https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-05-16&atto.codiceRedazionale=20G00051&elenco30giorni=false 

Come ampiamente annunciato nei media, riaprono le attività produttive e si consentono tutti i movimenti all'interno della Regione. I movimenti tra Regioni diverse e quelli da e per l'estero si liberalizzano dal 3 giugno.

Con il Decreto-Legge n.33, si dettagliano le regole. In particolare, ci riguardano direttamente le regole sui movimenti da e per l'estero, i cui punti essenziali sono i seguenti:

- dal 18 maggio al 2 giugno: i movimenti debbono ancora essere giustificati da esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, ma si ampliano in modo significativo i casi in cui la quarantena non è più necessaria (tra le nuove eccezioni più significative: visite brevi in Italia senza quarantena per motivi non solo lavorativi, ma anche salute e assoluta urgenza; visite brevi per lavoro verso l'estero; ingresso di cittadini UE e residenti nella UE per motivi di lavoro senza limiti di durata; studenti transfrontalieri; diplomatici e funzionari internazionali; personale viaggiante di imprese di trasporto anche senza sede in Italia);

- dal 3 giugno: liberalizzazione dei movimenti da e per UE, Schengen, UK e microstati europei (senza limitazioni di causa e senza obbligo di quarantena). Resta invece la necessità di giustificare i movimenti da e per Stati e territori diversi da questi e resta la quarantena almeno fino al 15 giugno.


733