Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Si è aperta a Lubiana la Settimana della Cucina Italiana

Data:

14/11/2022


Si è aperta a Lubiana la Settimana della Cucina Italiana

Arrivata alla sua settima edizione, la Settimana mira a promuovere all’estero l’agroalimentare e la cucina italiana di qualità,  apitalizzando sul trend positivo dell’andamento del settore e puntando soprattutto a educare i consumatori stranieri all’utilizzo di  rodotti autentici e di qualità contrastando il fenomeno dell’Italian Sounding. Il tema di quest’anno è “Convivialità, sostenibilità e
innovazione: gli ingredienti della cucina italiana per la salute delle persone e la tutela del pianeta”. L’obiettivo, proposto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è dunque quello di sostenere l’immagine del Made in Italy attraverso l’invito a una ritrovata convivialità che stimoli il consumo di cibo italiano puntando sulla sostenibilità e sull’innovazione di prodotto, così da dare supporto e incoraggiamento alle aziende produttive. In Slovenia la Settimana della Cucina, con il supporto dell’Ufficio ICE di Lubiana, si è inaugurata stamattina nella capitale con la firma di un Memorandum of Understanding tra la Scuola di Cucina ALMA di Colorno (Parma) ed il BIC-Biotechnical Educational Center di Lubiana. Entrambi rappresentano delle punte di eccellenza nel riuscire ad avvicinare alla gastronomia, nei rispettivi Paesi, i giovani interessati a fare della cucina la loro futura professione. “La firma dell’Accordo odierno cade a dieci anni di distanza dall’inizio della collaborazione tra i due Istituti” - ha dichiarato in apertura l’Ambasciatore d’Italia Carlo Campanile - “oggi BIC e ALMA rinnovano e aggiornano questa collaborazione nell’interesse degli studenti sloveni, perché possano perfezionare il loro percorso presso la più prestigiosa Scuola di Cucina italiana”.

L’Accordo di Collaborazione è stato firmato per ALMA da Candida D’Elia, Responsabile delle Relazioni Esterne, e da Jasna Kržin  Stepišnik, Direttrice del BIC. L’ALMA ha anche presentato ad un nutrito pubblico di studenti sloveni l’importante progetto europeo “Life Climate Smart Chef” finanziato dal  rogramma Life della Commissione Europea per contribuire allo sviluppo e all'attuazione della  politica climatica dell'UE e della strategia Farm to Fork. “E’ il quarto anno che l’Ambasciata d’Italia collabora con il BIC di Lubiana, una cooperazione che non si è fermata davanti al Covid e che spero stia portando gli studenti sloveni a familiarizzarsi sempre più con la cucina italiana di qualità e di eccellenza” - ha proseguito l’Ambasciatore Campanile - “quest’anno il nostro percorso comune prosegue nei prossimi giorni e si arricchisce della collaborazione con ALMA, la cui missione è non solo formare i futuri chef italiani e  internazionali sulle eccellenze della cucina Made in Italy, ma anche portare nel mondo, attraverso le varie edizioni della Settimana della Cucina Italiana e le collaborazioni con importanti istituti omologhi all’estero, una cultura alimentare che sposi il patrimonio della tradizione italiana con le tendenze più contemporanee”.


842