Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

 

Emergenza COVID-19 (CORONAVIRUS)

INGRESSO IN ITALIA

Con Ordinanza del Ministro della Salute del 28 aprile sono state prorogate fino al 31 maggio p.v. le misure disposte con l’Ordinanza 22 febbraio 2022 relative agli spostamenti da e per l'estero.

Per l'ingresso in Italia è necessario presentare alternativamente:

a. Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, effettuata da meno di 9 mesi (Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)

b. Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA e dose di richiamo (cd. booster), in formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane

c. Guarigione da COVID-19, da meno di 6 mesi (formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)

d. Risultato negativo di test molecolare condotto con tampone nelle settantadue (72) ore prima dell’ingresso in Italia o test antigenico condotto con tampone nelle quarantotto (48) ore prima dell’ingresso in Italia.

In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni da a) a d), l’ingresso in Italia è possibile ma con obbligo di quarantena presso l'indirizzo italiano, per un periodo di cinque (5) giorni, con l'obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.

Le certificazioni da a) a d) possono essere esibite in formato digitale o cartaceo.

I minori al di sotto dei 6 anni di età possono entrare in Italia senza ulteriori formalità e sono sempre esentati dall’obbligo di test molecolare o antigenico.

DEROGHE: https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio

La certificazione relativa al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali: Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria, Jansen (Johnson & Johnson) e a quelli indicati nella Circolare del Ministero della Salute del 23/09/2021 con la quale è stata riconosciuta l'equivalenza di alcuni vaccini somministrati dalle autorità sanitarie nazionali estere a quelli effettuati in Italia nell'ambito del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2.

Le certificazioni devono essere presentate in una delle seguenti lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo o tedesco. Se sono emesse in lingua diversa dovranno essere accompagnate da traduzione giurata.

Per certificato verde COVID-19 si intendono:

- i certificati verdi italiani di vaccinazione (da almeno 14 giorni), guarigione o test negativo (non più di 48 ore);
- i certificati verdi di Paesi UE equivalenti a quelli italiani;
- i certificati stranieri (non UE) che attestano vaccinazione (con vaccini validati dall'EMA), guarigione o test.

E’ disponibile un questionario per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore. Il questionario ha carattere meramente informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia né nel Paese di destinazione.

VAI AL QUESTIONARIO

Per ulteriori informazioni e per gli ingressi da altri Paesi o soggiorni/transiti in altri Paesi nei 14 giorni precedenti si consiglia di visionare:

-sito del Governo Italiano

-sito Viaggiare Sicuri del Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

L'ordinanza del 2 giugno 2021 del Ministro della Salute ha esentato dalla presentazione del referto negativo di tampone entro 48 ore coloro che fanno ingresso nel territorio italiano da località estere situate a una distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione per un periodo non superiore a 24 ore. Non è richiesta la compilazione del Passenger Locator Form.

INGRESSO IN SLOVENIA

A partire dal 19 febbraio 2022 sono state eliminate le restrizioni all’ingresso in Slovenia a causa dell'epidemia di Covid-19. Pertanto non sarà più richiesta l'attestazione relativa al requisito GVT (guariti, vaccinati, testati) o Green Pass e non sarà più disposta la quarantena domiciliare.

Tale attestazione continuerà ad essere richiesta in alcune attività (assistenza sanitaria, strutture di assistenza sociale, istituti penitenziari).

Per gli arrivi da Paesi Terzi ai punti di frontiera Schengen della Slovenia (aeroporto di Lubiana-Brnik e Porto di Capodistria) le Autorità slovene continueranno ad applicare le Raccomandazioni UE riguardanti le restrizioni temporanee ai viaggi non essenziali, in base alle quali i viaggi in UE per motivi non essenziali sono consentiti alle persone vaccinate e a coloro che provengono da Paesi elencati nell’Allegato 1.
Sono considerati vaccinati in modo completo coloro che hanno ricevuto la somministrazione del ciclo vaccinale completo con vaccini approvati dall’EMA o autorizzati per l’uso di emergenza dall’OMS.
La definizione di “viaggi essenziali” è contenuta nelle Linee-guida concernenti l’esercizio della libera circolazione dei lavoratori durante l’epidemia di COVID-19.

La Polizia slovena ha predisposto l'applicazione Enter Slovenia per consentire un viaggio più semplice e trasparente all'estero e in Slovenia. È destinata a coloro che viaggiano nel Paese, vi entrano per transitare attraverso il suo territorio o decidono di lasciare il Paese sulla base di un'eccezione. L'utilizzo dell'applicazione Enter Slovenia non è obbligatorio, è solo un dispositivo che rende più facile per i viaggiatori comprendere le eccezioni stabilite dal Governo della Repubblica di Slovenia in ogni decreto.

Maggiori informazioni sono pubblicate su: https://www.policija.si/eng/newsroom/news-archive/107775-enter-slovenia-new-application-launched 

Enter Slovenia https://www.policija.si/enterslovenia/en 

Per ulteriori informazioni:

- Sito del Governo Sloveno con informazioni in italiano: https://www.gov.si/it/argomenti/sars-cov-2/

L’Ambasciata d’Italia è reperibile in orario di ufficio ai numeri +386 1 4262194; +386 1 4262320 e +386 1 4258659;

Al di fuori dell’orario di ufficio resta attivo il cellulare per le emergenze: +386 41 736 773. In alternativa è possibile inviare una mail a consolare.lubiana@esteri.it .


AVVISO - OPERATIVITA' DEGLI UFFICI


715