Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Diplomazia culturale

Cooperazione culturale

La collaborazione culturale tra Italia e Slovenia è regolata dall’Accordo sulla Cooperazione in materia di cultura e istruzione firmato a Roma l’8 febbraio del 2000. È attualmente in negoziato il secondo Programma Esecutivo di cooperazione, strumento operativo dell’Accordo.

Essa si articola in numerosi accordi fra istituzioni universitarie e scientifiche sullo scambio di docenti, studenti e ricercatori, su corsi e titoli di studio congiunti e sulla realizzazione di progetti di ricerca anche nel quadro dei programmi dell’Unione Europea. Tale collaborazione si sviluppa altresì attraverso iniziative comuni volte a sviluppare l’identità linguistica e culturale della minoranza storica slovena in Italia e italiana in Slovenia con la presenza d’istituzioni educative di ogni ordine e grado e grazie ad una commissione bilaterale a tal uopo istituita dall’Accordo culturale. Concorrono alla cooperazione culturale anche i programmi di borse di studio di ciascun Paese per studenti, laureati e studiosi dell’altro, lo scambio o la congiunta organizzazione di mostre, spettacoli e rassegne cinematografiche di alto livello, il sostegno alla traduzione di opere letterarie e scientifiche di autori di un Paese nella lingua dell’altro, la collaborazione nella tutela del patrimonio archeologico, culturale, ambientale e paesaggistico, incluso il contrasto all’esportazione illecita di beni culturali.

L’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana – Sezione Culturale dell’Ambasciata d’Italia – contribuisce alla cooperazione culturale italo-slovena realizzando in collaborazione con varie istituzioni slovene iniziative nei diversi settori della cultura italiana ed offrendo corsi di lingua e cultura italiane. Per maggiori informazioni sulla sua attività: Istituto Italiano di Cultura di Lubiana (email: segreteria.iiclubiana@esteri.it).

La designazione congiunta di Gorizia e Nova Gorica a Capitale Europea della Cultura per il 2025 rappresenta un progetto a forte valenza simbolica che mira a promuovere la cooperazione fra le due città a modello europeo di area urbana transfrontaliera eco-sostenibile. L’evento inaugurale si terrà l’8 febbraio 2025 in concomitanza con la Giornata della cultura slovena.

Per celebrare tale designazione e l’avvio delle attività previste nell’ambito dell’iniziativa Go!Borderless

il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e l’ex Presidente sloveno Borut Pahor hanno compiuto una visita congiunta a Gorizia e Nova Gorica il 21 ottobre 2021.

Il 19 marzo 2023 il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha incontrato a Gorizia e Nova Gorica la sua omologa slovena Asta Vrecko ed i Sindaci delle due città in occasione della presentazione del programma di attività previste nell’ambito del progetto.